Come Guadagnare con un Blog nel 2022

Fare soldi con il blogging non è un compito facile, come ogni vera attività commerciale. Richiede molto tempo e sforzi per costruire e attirare lettori e inserzionisti. Uno dei modi più popolari per guadagnare con il blogging è il marketing di affiliazione.

Il marketing di affiliazione consiste nel promuovere prodotti o servizi sul proprio sito web e guadagnare una commissione quando qualcuno li acquista.

Potete utilizzare i link di affiliazione nei vostri post o aggiungerli alla barra laterale del vostro sito.

Per poter partecipare a questo tipo di programma è necessario iscriversi a una rete di affiliazione come Amazon Associates o Commission Junction, ma vale la pena investire il proprio tempo perché è uno dei modi più semplici per guadagnare con il blogging con poco sforzo!

Come Guadagnare con un Blog

Avete appena aperto un nuovo blog o ne state progettando uno. Volete imparare a guadagnare con il blog, ma non sapete da dove cominciare.

Questo articolo vi aiuterà a capire le basi dell’avvio di un’attività online e alcuni modi per guadagnare con il blogging.

Che cos’è un blog? Un blog (abbreviazione di web log) è un sito web che pubblica regolarmente contenuti. I contenuti possono essere testuali, come articoli o video, o entrambi.

Esistono diverse piattaforme di blogging su cui è possibile creare un blog. Si va dai siti WordPress gratuiti a quelli premium offerti dalle società di web hosting.

Esistono molti metodi per generare entrate attraverso un blog. Vediamo i tre tipi più comuni.

1. Marketing di Affiliazione

Il primo metodo prevede la vendita di prodotti altrui tramite link inseriti nei post.

Questo approccio consente ai blogger di sfruttare l’interesse del pubblico esistente per quei prodotti. Ad esempio, se qualcuno legge il vostro post sul cibo per cani o sulla lettiera per gatti e poi visita Amazon per saperne di più su quei prodotti, può cliccare su un link che lo porta direttamente su Amazon invece che sul vostro.

In questo caso, Amazon vi paga una commissione in base al prodotto acquistato. Se il vostro blog ha decine di migliaia di lettori, potreste ottenere centinaia di dollari al mese facendo questo.

Ma ci sono anche degli svantaggi da considerare. Innanzitutto, poiché non siete direttamente coinvolti nel processo di vendita, ci vuole più tempo del solito per ricevere il pagamento. In secondo luogo, dovete tenere traccia di tutte le vendite effettuate tramite quel particolare programma di affiliazione.

Infine, dovete assicurarvi che ogni prodotto soddisfi gli standard di qualità dell’azienda prima di promuoverlo. Complessivamente, ciò significa che possono essere necessari mesi per iniziare a generare entrate reali. Inoltre, gli affiliati pagano in genere commissioni più basse rispetto alle altre opzioni disponibili in questo elenco.

2. Annunci Pubblicitari

A differenza dei programmi di affiliazione, con gli annunci display gli inserzionisti pubblicano annunci sul vostro sito. Di solito appaiono accanto ai vostri post regolari.

Gli inserzionisti vi pagano una commissione ogni volta che qualcuno clicca sui loro annunci. Con l’aumento del traffico, cresce anche la quantità di denaro guadagnata per visitatore.

Tuttavia, è bene ricordare che la pubblicità può essere costosa, a seconda del tipo di inserzionista con cui si sceglie di lavorare. In generale, i banner e i video costano meno degli annunci di testo o di immagini.

In compenso, i banner tendono a infastidire i visitatori, poiché spesso coprono parte del contenuto principale della pagina o ostacolano la navigazione.

Gli annunci video sono un’alternativa migliore, ma richiedono costi di produzione più elevati. Tuttavia, considerando che l’opzione esiste, consigliamo di visualizzare qualsiasi tipo di annuncio. Ricordatevi solo di verificare prima il tasso di pagamento.

3. Lavoro Freelance

Mentre il lavoro come dipendente richiede ore e ore passate seduti dietro lo schermo di un computer, i freelance utilizzano i propri strumenti e le proprie attrezzature per portare a termine i compiti.

Pertanto, sono in grado di stabilire i propri orari, anche se questo ha un prezzo. Con i lavori da freelance, in genere non si vedono progressi costanti verso il raggiungimento degli obiettivi finanziari, a meno che non si investa una notevole quantità di tempo in anticipo.

Inoltre, una volta assunti, i clienti si aspettano tempi rapidi. Per avere successo, è probabile che dobbiate impegnarvi oltre il normale carico di lavoro. Inoltre, si rischia di perdere la clientela a causa di prestazioni scadenti.

Detto questo, il freelance offre una maggiore libertà di programmazione e di scelta dei progetti. Soprattutto, però, consente di ottenere ritorni sull’investimento più rapidi rispetto alle vie di lavoro tradizionali. Poiché si controlla l’intero flusso di lavoro, si raccolgono tutti i benefici quando si ottiene un profitto.

Vale la pena notare che è possibile combinare due o addirittura tutti e tre gli approcci sopra descritti. Ad esempio, potete promuovere determinati prodotti e servizi utilizzando i link di affiliazione e contemporaneamente offrirli voi stessi a fronte di un piccolo canone mensile. Oppure, si possono effettuare promozioni a pagamento sul proprio blog durante periodi specifici.

Ora analizziamo perché il blog da solo non è sufficiente per mantenersi senza finanziamenti esterni.

Requisiti di Reddito del Blog

Se avete intenzione di costruire una carriera di successo con un blog, dovete pensare se questo genera entrate sufficienti. Altrimenti, non potrete permettervi di continuare a gestire il blog a tempo indeterminato. Ecco una stima approssimativa dei guadagni annuali necessari per sostenere il vostro stile di vita. Ricordate che queste cifre presuppongono che abbiate già milioni di visualizzazioni e centinaia di follower.

Per raggiungere questo livello, sono necessari circa 10 milioni di visitatori unici totali che trascorrono 30 minuti al giorno sul vostro blog. E sì, questi numeri rappresentano solo il minimo indispensabile per rimanere a galla; probabilmente ne servirebbero molti di più.

In che altro modo si può guadagnare con un blog? Un modo è offrire servizi di consulenza relativi alla vostra nicchia. Molti professionisti preferiscono assumere esperti piuttosto che cercare di risolvere i problemi da soli. Poiché possedete conoscenze preziose nel vostro campo, potete fornire soluzioni a vari problemi.

Queste opportunità abbondano ovunque. Prendete in considerazione la possibilità di organizzare workshop, seminari o sessioni di coaching. In alternativa, potete diventare assistenti virtuali di aziende o privati.

Un’altra idea molto diffusa tra i blogger è quella di unirsi a reti progettate appositamente per mettere in contatto gli aspiranti imprenditori con mentori disposti a condividere le proprie competenze. Esempi popolari sono Upstart U, Bevelo, TopTalent, BigCommerce Academy, Entrepreneur Institute, Startupbootcamp Global, ecc.

Iscrivendosi a queste organizzazioni, si ha accesso a risorse e tutoraggio professionale e a eventi di networking. Inoltre, potrete porre domande e chiedere consigli a leader esperti ogni volta che sarà necessario.

Forse avete sentito parlare delle startup conosciute come pagine Patreon. In sostanza, gli utenti si impegnano a versare una determinata somma di denaro ai creatori su base ricorrente. In cambio ricevono delle ricompense. Sebbene questo concetto sia interessante, deve ancora essere perfezionato per diventare mainstream.

Attualmente si rivolge soprattutto agli hobbisti e agli appassionati. Tuttavia, Patreon è riuscito a raccogliere quasi 12 milioni di dollari in sei anni, nonostante sia stato fondato nel 2011.

Avvolte

Infine, potete provare a creare più fonti di reddito contemporaneamente. Per cominciare, potete sviluppare applicazioni da vendere sugli app store. In seguito, potete dedicarvi allo sviluppo di ebook e corsi per insegnare ad altri. Infine, prendete in considerazione la pubblicazione di libri e il lancio di podcast.

Anche se queste idee sembrano inverosimili, la storia dimostra che chiunque può raggiungere il successo anche con fondi limitati.

Prendiamo ad esempio Elon Musk, Jeff Bezos, Bill Gates, Mark Zuckerberg, Richard Branson, Michael Bloomberg, Jack Dorsey, Tony Hsieh, Tim Ferriss, Larry Page, Sergey Brin, James Dyson e molti altri nomi famosi. Le loro storie dimostrano che quasi tutto è possibile se si crede in se stessi.

Speriamo che la nostra guida vi aiuti a decidere quale strada seguire il prossimo anno. Vi auguriamo buona fortuna!

Zach
Zach

Zach è uno sviluppatore e designer Web di lunga data come professione e blog come hobby, scrivendo di Web Design, WordPress, Blogging e Tecnologia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *